La Strada dei Palmenti a Sinagra

IoppoloAchille.JPG

Venti secoli sono trascorsi dall’arrivo dalle prime talee di vite in Sicilia, portate da coloni provenienti dalle isole Egee e da Micene. I siciliani apprendono, così, la tecnica della coltivazione della vigna e l’arte di produrre il vino, che essi stessi migliorano.

 Dimarco+Rosaria.JPG

Ricerchiamo notizie sulla coltivazione della vite nelle terre del comprensorio del Tindari e di possibili percorsi del vino e scopriamo, ascoltando le storie che le comunità agro-silvo-pastorali di queste terre hanno tramandato di generazione in generazione fino ai giorni nostri, la città che oggi ospita 52 palmenti, Sinagra: pezzi importanti di storia e cultura locale, censiti ed addirittura inseriti nel Registro delle Eredita’ Immateriali Siciliane.

NINONATALOTTO.JPG

Si percorre l’itinerario che consente di “esplorare” questi saperi tradizionali dall’indiscutibile valenza storico culturale. E usiamo anche l’immaginazione che ci porta nei tantissimi vigneti che ricoprivano, un tempo, Sinagra, sviluppatasi nei pressi di un fiume, un tempo navigabile.

ErediNuzzo1.jpg

Allora scopriamo alcuni palmenti collocati all’aperto, costruiti durante il periodo saraceno. Possiamo toccare numerosi antichi utensili utilizzati per la lavorazione e la trasformazione dell’uva. Ed è affascinante percorrere questa strada dei palmenti, ascoltando, ancora, le numerose leggende, i detti ed i proverbi tramandati dalla gente del luogo.

IndaimoLeone.jpg

I palmenti di Sinagra erano costruiti al piano terra di una masseria, costituiti da due vasche, quella principale, comunemente chiamate “gebbia”, posta ad un livello superiore del pavimento,  e quella di raccolta detta “tina” posta nel seminterrato.

 ErediSpicciaAntonino.jpg

In questi palmenti si effettuava la pigiatura delle uve a piedi nudi e la fermentazione del mosto. Il procedimento si completava venti giorni dopo con la spillatura ed il deposito del vino nelle botti di legno, precedentemente disinfettate con fumo solforoso.

 GiorgioFrancesco.jpg

La raccolta e la pigiatura interessavano tutta la famiglia ed a fine giornata si organizzavano delle piccole feste agreste. Ancora oggi è bello percorrere la strada dei palmenti durante il periodo della vendemmia, da settembre a ottobre, per guardare qualche famiglia che utilizza, ancora, questo tradizionale procedimento, come la fase della pulitura delle botti per l’estrazione della “fezza” ed il lavaggio interno con acqua, vinaccia ed aromi ottenuti bollendo alcune foglie di albero da frutto.

F.lliNatalotto.JPG


L’INFORMAZIONE TURISTICA DIFFUSA

Info e booking:

Ufficio Turistico Comune di Sinagra
Piazza San Teodoro, 1
Orario: Aperto tutto l’anno dal lunedì al venerdì in orario 9,00-13,00
e lunedì e giovedì in orario 15,00-18,00
Tel. +39 0941594016 – fax 0941594372

Pro Loco Sinagra 
Contrada Vecchia Marina 
Tel: +39 335 8432665
E-mail: prolocosinagra@gmail.com

Visitando Sinagra


Altre proposte di percorsi del vino nel Comprensorio Turistico del Tindari:

  • il percorso del MAMERTINO DOC.  Il Mamertino Doc è un vino sia rosso, sia bianco, conosciuto anche ai tempi dei Romani: fu addirittura offerto da Giulio Cesare in occasione del banchetto per celebrare il suo terzo consolato. Si ricava dal Nero d’Avola e si coltiva nelle seguenti zone del Comprensorio Turistico del Tindari: Basicò, Castroreale, Falcone, Furnari, Librizzi, Mazzarrà Sant’Andrea, Montalbano Elicona, Oliveri, Patti, Rodì Milici, Terme Vigliatore e Tripi. Il vino “Mamertino di Milazzo” o “Mamertino” ha ricevuto il riconoscimento della denominazione di origine controllata. 

Gli eventi legati alla tradizione vinicola nel Comprensorio Turistico del Tindari:

  • il Palio di San Martino a Castell’Umberto (Novembre). Si svolge nel suggestivo quartiere storico di “Castania”. I partecipanti fanno rotolare grosse botti in un circuito a gimcana nel minor tempo possibile. La manifestazione è inserita nel programma dei festeggiamenti in onore di San Martino.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...